Trovare l’amore

da | 27 Set, 20 | Due Chiacchiere tra amiche | 0 commenti

Credo sia molto strano che il gentil sesso scelga di rimandare cose, come

esprimere l’amore che provano per i propri cari, perché non hanno tempo per farlo.

Molte donne vengono da me dicendo: “non ho abbastanza momenti per fare tutto”.

In realtà non è vero, perché gli intervalli della vita che passano a preoccuparsi di

cose totalmente fuori contesto, tralasciando tutto ciò che potrebbe portargli

notevole beneficio, sono enormi.

 

“Il problema in questo caso sono le priorità”.

 

Sanno perfettamente quanto lasso ci vorrà, ad esempio per recarsi

al lavoro e si organizzano di conseguenza, ma non sanno quanto dedicarne per

la pianificazione del proprio lavoro.

Se si accorgessero che quell’ora di macchina la potrebbero impiegare per pensare a

cosa fare una volta arrivate in ufficio, allora avrebbero più periodi liberi e

prima di uscire di casa, potrebbero investirli nella

serenità famigliare anziché programmare tutta la giornata.

 

“Si parla molto della gestione del tempo, ma poco si parla, invece della gestione

dei pensieri, che risulta molto più importante”.

 

Dovete sapere, care donne, che una perfetta gestione della vostra mente vi

potrebbe portare una produttività maggiore, decidendo perfettamente

“A questa cosa riserverò questo istante e vi dedicherò la massima considerazione. Di ritorno dal lavoro avrò

occhi solo per la mia famiglia, poi troverò spazio per i miei figli e, infine, uscirò col cane. Poi dedicherò

un’ora a qualcos’altro sempre prestandovi la massima attenzione”.

Ci sono donne che si infilano a letto e, invece di dormire, se ne stanno a

rimuginare inutilmente su tutte le cose che non hanno fatto durante la giornata,

poi vengono da me e si lamentano perché non riescono ad addormentarsi.

La verità è che non sono insonni ma letteralmente stupide. Non pianificano le proprie riflessioni,

considerazioni e pareri.

Oppure mi dicono “Non riesco a smettere di rimuginare a ……”. Ma nemmeno questo è vero.

Per non pensare ad una determinata cosa basta riflettere su qualcos’altro e darsi dei

limiti in termine di tempo.

Vi lascio con un piccolo consiglio:

 

“Cominciate a organizzare il vostro intelletto e abbandonatevi alla vita,

sorridetele, amatela e rendetevi conto di quanto siete fortunate perché non siete sole

e non lo sarete mai.

Associatevi ai ricordi più belli e allontanatevi da quelli più brutti, un semplice

esercizio con le immagini, tale da permettervi di capire che avete un

potenziale stratosferico”.

 

Archivi