PERCHÉ I GLUTEI SONO IMPORTANTI

da | 30 Ott, 23 | Fitness

5 grandi motivi per lavorare sulla forza dei glutei.

Avere glutei forti e tonificati significa meno infortuni e prestazioni atletiche migliori e soprattutto accondiscende ad avere un bel “sedere”.

Dobbiamo pensare che il complesso dei glutei è un’importante centrale elettrica del corpo, nonché, il muscolo più grosso di tutta la struttura fisica con un’unica funzione specifica, quella di stabilizzare i fianchi e la parte bassa della schiena.

Eccovi quindi 5 motivi per cui la forza delle natiche dovrebbe essere in prima linea nel programma di allenamento di ogni individuo.

  1. Aiutano prevenire gli infortuni, soprattutto nella parte bassa della schiena comprese ginocchia e caviglie, creando una stabilità e un allineamento adeguato;
  2. Migliorano le prestazioni atletiche, ottimizzando la corsa, la locomozione e facilitano il girare e l’operare cambi di direzione repentini;
  3. Migliorano la postura e di conseguenza permettono di evitare schemi di movimento disfunzionale comuni, fonte di dolore, come il valgo dinamico e la sindrome della croce inferiore;
  4. Perfezionano l’equilibrio. La stabilità è una componente molto importante, soprattutto in fase di invecchiamento e quindi avere una base forte nel corpo tramite il gluteo consente una qualità di vita superiore;
  5. Fanno bene all’estetica.

Questo è un dato di fatto ed è il motivo principale per cui tanti decidono di iniziare a lavorare sul proprio bacino;

Ecco allora 4 semplici esercizi facilmente eseguibili tra le mura casalinghe che possono aiutare ad avere un bel “sedere” strutturato:

  • Partiamo con un semplice riscaldamento eseguendo degli Step Touch, ovvero apro e chiudo le gambe, eseguiti in piedi a ritmo magari musicale, se preferibile. Semplicemente sposto il peso del corpo da una gamba all’altra chiudendo i piedi l’uno all’altro, per 5 minuti;
  • Squat. Ci mettiamo in piedi, con le gambe leggermente divaricate tenendo le ginocchia allineate con le spalle, e i piedi in direzione diritta. Immaginare di avere una sedia dietro e cominciare a scendere come fossimo in procinto di sedersi, e poi salire. Espirare quando si scende e inspirare quando si sale. Eseguire 15 ripetizioni per 2 volte;
  • Affondi sagittali. Voltarsi verso destra, portare la gamba destra avanti piegata a 90°, mentre la sinistra dietro anch’essa piegata e soprattutto il tallone sinistro deve rimanere sollevato. A questo punto scendere perpendicolarmente al pavimento fino a toccare, per chi riesce (non è necessario), il pavimento con il ginocchio della gamba sinistra. Espirare quando si scende e inspirare quando si sale. 10 ripetizioni per 2volte e poi cambiare fronte.
  • Slanci posteriori. Portare il peso completamente sulla gamba sinistra e liberare il destro del peso. A questo punto posso oscillare come un pendolo la gamba destra cercando di aumentare l’oscillazione quando andiamo indietro, senza forzare in maniera eccessiva ovviamente. Espirare quando andiamo indietro e inspirare quando andiamo avanti. 15 ripetizioni per 2 volte e poi cambiare fronte.

Con un po’ di sacrificio quotidiano, possiamo ottenere ottimi risultati in pochissimo tempo e una vita decisamente migliore.

Archivi